Aspetto Nutrizionale

Il pranzo all’Asilo Nido è un momento fondamentale, in cui convergono piu’ aspetti:

  • NUTRIZIONALE:
    il bambino mangia in modo corretto, dal punto di vista qualitativo e quantitativo, secondo menu’ e tabelle elaborati da esperte della nutrizione.
  • EDUCATIVO:
    i bambini apprendono un ritmo regolare nel consumo del pasto e il rispetto di regole prestabilite, nei più grandi viene rafforzato il senso di autonomia. I bambini conosceranno nuovi colori, sapori, odori, consistenze. Essi apprendono con l’esperienza pratica (e grazie all’abilità e fantasia della cuoca) che il cibo è un piacere.
  • RELAZIONALE:
    il pasto al Nido è un pasto “condiviso” con i coetanei e con gli adulti, per questo spesso i bambini mostrano di mangiare più volentieri al Nido che a casa.

Il Menu’ del Mese viene elaborato secondo le Linee Guida dell’Istituto Nazionale della Nutrizione e dei L.A.R.N. (livelli di assunzione di nutrienti raccomandati dalla Società Italiana di Nutrizione Umana). Nell’arco dell’anno scolastico, si alternano quattro menu’ articolati su quattro settimane, contenenti cibi legati al periodo stagionale in corso.

Di seguito riportiamo alcuni aspetti importanti del menù di refezione scolastica:

  • E’ previsto l’utilizzo di prodotti biologici (es. uova, verdure, pasta,frutta, latte), D.O.P. (Parmigiano Reggiano 24 mesi), locali (olio extra vergine di oliva d’Abruzzo);
  • Altre farine, oltre quella di grano duro, come quella di mais, farro e kamut;
  • La merenda di mezza mattinata si compone di pezzetti di frutta fresca di stagione, oppure omogeneizzata per i più piccini;
  • Le merende pomeridiane si alternano tra biscotti secchi, ciambellone della cuoca, yogurt alla frutta;
  • No OGM.
  • Il menu’ prevede alcuni piatti unici che costituiscono un pasto completo ed equilibrato.

Oltre al menu’ mensile, del quale i Genitori possono prendere una copia da conservare a casa, quotidianamente si può verificare la freschezza e qualità delle materie prime, che restano nel Cestino della Freschezza fino al momento della loro cottura.
In ultimo sottolineiamo che, fermo restando le indicazioni del Medico Dietista, ogni mese i menu’; vengono proposti con ricettine nuove e gustose per non annoiare i bimbi e, al tempo stesso, abituarli a mangiar di tutto!

CONTROLLI SULLA QUALITA’ DEGLI ALIMENTI

  • Controllo interno: sistemi di autocontrollo dell’intero processo di produzione dei pasti (HACCP).
  • Controllo esterno: ad ulteriore garanzia della qualità offerta, le ASL provvedono al controllo delle strutture, degli ambienti produttivi, con campionatura dei pasti per le verifiche di conformità ai parametri batteriologici e chimici previsti dalla normativa vigente in materia (Reg.CE 852/04, D.Lgs.155/97).

I commenti sono chiusi